LA RETE DEL TELERISCALDAMENTO LODI
Il sistema di Teleriscaldamento della Città di Lodi è stato realizzato a partire dal 2003, inizialmente pensato per servire il nascente Polo Universitario, è stato poi esteso alla parte sud-ovest della Città fin dal biennio 2004-2005. Nei primi anni il sistema ha subito piccole ma continue espansioni. A partire dal 2013 è stato intrapreso un corposo piano di ampliamento del sistema di teleriscaldamento al servizio della Città. Il progetto attuato ha consentito di raggiungere molti altri quartieri e di raddoppiare la volumetria di edifici servita.

I NUMERI DELLA RETE DI LODI

  • Abitanti equivalenti serviti (nr.): 30.500
  • Utenze allacciate (nr.): 233
  • Lunghezza rete (km): 27,06 km
  • Volumetria allacciata (mc): 3.050.000
  • Energia termica venduta (MWh): 66.565
  • Energia elettrica immessa in rete (MWh): 23.855
  • tonn/CO2 risparmiate: 8.678

Il sistema di Teleriscaldamento di Lodi si caratterizza per la continua crescita in efficienza e sostenibilità del sistema: ne è la prova l’importante riconoscimento internazionale ricevuto con il Global District Energy Climate Award nel 2015.

LA PRODUZIONE DI CALORE
Il calore che alimenta la rete di Teleriscaldamento è prodotto presso i seguenti impianti:

Le informazioni dettagliate degli impianti sono riportate nella sezione del sito dedicata.

LA DISTRIBUZIONE DI CALORE
Il calore prodotto dalle centrali è distribuito ai Clienti attraverso la rete di Teleriscaldamento, realizzata in doppia tubazione in acciaio pre-coibentato e dotata di sistemi di controllo delle perdite. La temperatura di esercizio è gestita in funzione della stagionalità, fino ad un massimo di 110°C in mandata. L’energia termica è successivamente ceduta ai Clienti mediante sottostazioni di scambio termico, di proprietà di Linea Green, costituite da scambiatori di calore e da apparecchiature di regolazione e controllo. Lo scambiatore permette la separazione fisica tra il circuito della rete e l’impianto interno del Cliente, a maggior sicurezza dell’utenza. Tutte le sottostazioni sono monitorate da remoto da un sistema di telecontrollo, che permette anche la lettura puntuale dei consumi delle singole utenze.


SCARICA MAPPA AREE SERVITE